Nei giorni 16/17/18 giugno 2015 si è svolto un corso per la formazione ed attività di Nuclei Cinofili Antiveleno

Il Corpo Forestale dello Stato, Divisione 7°, in collaborazione con il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, ha realizzato un corso di qualificazione per la formazione ed attività di Nuclei Cinofili Antiveleno, che ha avuto luogo nella suggestiva Riserva Naturale Statale di Marsiliana, in provincia di Grosseto.

Il corso ha avuto lo scopo di trattare varie tematiche di estrema rilevanza per poter affrontare in maniera qualificata ed efficace i casi di avvelenamento della fauna.
Il corso era rivolto al personale che costituirà i 6 Nuclei Cinofili Antiveleno che il CFS attiverà nell'ambito del progetto LIFE PLUTO ed a quello che costituirà i tre Nuclei Cinofili Antiveleno che il CFS organizzerà complessivamente nell'ambito dei progetti LIFE MedWolf e MIRCO-lupo.
Nel caso del progetto LIFE PLUTO, il personale coinvolto comprendeva un conduttore e due unità di supporto per ciascuno dei 6 Nuclei previsti nell'Italia centro meridionale, ognuno dei quali sarà dotato di due cani addestrati alla ricerca del veleno.
Grazie alla sinergia tra i progetti LIFE PLUTO, MedWolf e MIRCO-lupo, il corso ha potuto coinvolgere una quarantina di unità del Corpo Forestale dello Stato ed alcune unità della Polizia Provinciale di Grosseto, ospitate nelle strutture della Riserva Statale di Marsiliana messe a disposizione dall'Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Follonica (GR), che ha curato la parte logistica del corso sotto la direzione del Responsabile, il Vice Questore Forestale Aggiunto Stefano Vagniluca.
Esperti in vari settori correlati alla tematica dell'uso illegale del veleno si sono alternanti nell'arco delle tre giornate di corso, facendo il punto sulle conoscenze disponibili in merito all'uso del veleno in Italia e sulle specie maggiormente sensibili al fenomeno, analizzando le possibili cause scatenanti l'uso del veleno e le possibili misure preventive e deterrenti.
Sono stati altresì analizzati molto aspetti veterinari correlati alla gestione forense dei casi avvelenamento e sono stati illustrati gli aspetti sanzionatori connessi all'uso dei bocconi avvelenati e gli strumenti normativi e tecnici applicabili alle indagini per attività di antibracconaggio.
In relazione alle misure di antibracconaggio sono stati esaminati anche i punti salienti di un vademecum per la protezione del lupo che è in fase di elaborazione nell'ambito del progetto LIFE WolfAlps.
Particolare attenzione è stata dedicata al fondamentale ruolo che viene svolto dai Nuclei Cinofili Antiveleno, non solo consentendo di far emergere la presenza e la vera entità dell'uso del veleno, grazie ad una costante opera di monitoraggio del territorio, ma anche limitandone le conseguenze, grazie all'individuazione del materiale tossico; non dimenticando, poi, che gli NCA supportano le indagini mediante il ritrovamento di elementi utili in fase di ispezione della scena del crimine e durante le perquisizioni di automezzi ed edifici.
Alle sessioni teoriche del corso hanno contributo esperti del Corpo Forestale dello Stato (Giancarlo Papitto, Vice Questore Forestale Aggiunto e coordinatore CFS del progetto LIFE PLUTO, Ispettorato Generale, Divisione 7°, e Marco Avanzo, Primo Dirigente, Ispettorato Generale, Divisone 1°), del Parco Nazionale Gran Sasso-Laga (Anna Cenerini, Naturalista e project manager del LIFE PLUTO) e del Centro di Referenza per la Medicina Forense Veterinaria dell'Istituto Profilattico Sperimentale delle regioni Lazio e Toscana (i veterinari Rosario Fico ed Erika Ciarrocca).
Le straordinarie capacità del binomio cane-conduttore sono state esposte dal conduttore Alessandra Mango (Sovrintendente del Corpo Forestale dello Stato in forze presso il Comando Territoriale per l'Ambiente per il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga) e presentate anche mediante una dimostrazione di ricerca del veleno effettuata con i cani Jonai e Dingo, che, sotto la sua guida, costituiscono il primo Nucleo Cinofilo Antiveleno attivato in Italia ed operativo dal 2010.
Questo Nucleo Cinofilo Antiveleno ed un secondo Nucleo gestito dal Parco Gran Sasso-Laga sono stati formati grazie al progetto LIFE ANTIDOTO ed hanno ormai alle spalle un'esperienza pluriennale e numerose decine di ispezioni preventive e di urgenza, svolte sia nel territorio del Parco Gran Sasso-Laga che in altre zone d'Italia. I due NCA operano, attualmente, in tutto l'Abruzzo grazie ad un finanziamento del Ministero dell'Ambiente.
Due esperti della Guardia Civil spagnola, sezione SEPRONA (Servicio de Protección de la Naturaleza), il Tenente José Antonio Alfaro (Comandante SEPRONA della Provincia di Huelva) ed il Cabo Primero Francisco Velasco (SEPRONA, Provincia di Huelva), hanno focalizzato i propri interventi sull'esame ispettivo, sulla raccolta di prove e sullo svolgimento delle indagini, trattando anche specifici aspetti quali il profilo psicologico dell'avvelenatore, la comunicazione non verbale ed il profilo geografico applicato ai casi di avvelenamento.
Nell'ultimo giorno di corso i due esperti del SEPRONA, supportati dall'Assistente Luca Festuccia, dello staff CFS del progetto LIFE PLUTO, hanno allestito una realistica simulazione della scena del crimine che ha consentito lo svolgimento di un'utilissima prova pratica.
Suddivisi in gruppi di circa 10 unità, i partecipanti hanno effettuato, guidati dagli esperti spagnoli, l'ispezione visiva dell'articolata scena del crimine, affrontandone tutti gli aspetti tecnici ed investigativi e mettendo in pratica tutto ciò che avevano potuto apprendere nell'ambito delle sessioni teoriche del corso. A disposizione dei partecipanti per chiarimenti ed approfondimenti vi erano anche gli esperti del Centro di Referenza Nazionale per la Medicina Forense Veterinaria.
Nell'ultima giornata del corso hanno partecipato ai lavori anche il Direttore della Divisione Centrale 7° presso l’Ispettorato Generale del Corpo Forestale di Roma, Primo Dirigente Raffaele Pio Manicone, ed il Vice Questore Forestale Aggiunto Alessandra Baldassarri, Comandante Provinciale del CFS di Grosseto.

GALLERY


Anna Cenerini

Alessandra Mango

Rosario Fico

Erika Ciarrocca

José Alfaro Moreno (a sinistra) e Francisco Velasco Jimenez

Marco Avanzo

Dimostrazione del Nucleo Cinofilo Antiveleno del LIFE ANTIDOTO

Un momento della prova pratica

Un momento della prova pratica
  • Immagine 1
  • La locandina del corso
  • Immagine 2
  • I partecipanti
  • Immagine 3
  • Il palco dei relatori
  • Immagine 4
  • L'apertura del corso per NCA
  • Immagine 5
  • Lezione in aula
  • Immagine 6
  • Giancarlo Papitto
logo carabinieri
LIFE13 NAT/IT/000311 PLUTO
Copyright © 2018 - Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
P. IVA 01439320662 - Tutti i diritti riservati
Il sito è realizzato con il contributo dello strumento finanziario LIFE della Comunità Europea