Il progetto LIFE PLUTO viene presentato al LIFE "Nature" Team dell'Ungheria

Il 20 aprile 2018 il Parco Nazionale Gran Sasso-Laga ha ospitato un team del Ministero dell'Agricoltura dell'Ungheria in visita in Italia per approfondire le proprie conoscenze sul programma LIFE e migliorare la propria capacità di elaborare progetti di successo nell'ambito di tale programma sulla base di conoscenze ed esperienze messe a disposizione da parte di altri beneficiari europei.

Il LIFE "Nature" team dell'Ungheria era interessato ad acquisire informazioni dettagliate su quattro progetti LIFE Natura realizzati dal Parco Gran Sasso-Laga negli ultimi anni: i progetti Antidoto e PLUTO, quest'ultimo tutt'ora in corso, ed i progetti Praterie ed EX-TRA, già conclusi. Si tratta di progetti tra loro interconnessi nella comune finalità di favorire la conservazione della biodiversità (in particolare, grandi carnivori e dei rapaci necrofagi) e quella delle praterie montane del Parco attraverso azioni che puntano alla prevenzione ed al contrasto all'uso illegale del veleno contro la fauna, alla mitigazione dei conflitti tra allevatori e predatori ed allo sviluppo di un sistema di allevamento virtuoso ed eco-sostenibile.
Inoltre la visita ha offerto l'opportunità di un confronto con l'Area tecnico-scientifica del Parco e con gli esperti che hanno seguito lo sviluppo dei suddetti progetti LIFE in merito agli aspetti più rilevanti nella preparazione di proposte di candidatura da sottoporre alla Commissione Europea.
Il team ungherese, accompagnato da membri del LIFE contact point del Ministero dell'Ambiente italiano, ha inserito la visita nel Parco Gran Sasso-Laga all'interno di un più ampio viaggio-studio organizzato nell'ambito del progetto LIFE CAP HUN (LIFE Capacity Building in Hungary): i progetti LIFE Natura del Parco sono stati quattro degli otto progetti italiani finalizzati alla conservazione di vari habitat e specie che il team ungherese ha selezionato per questa sua visita formativa.
Il 20 aprile, nella sede del Parco di Assergi, i progetti ANTIDOTO e PLUTO sono stati oggetto di una dettagliata presentazione a beneficio dei colleghi ungheresi così come i progetti EX-TRA e Praterie.
La presentazione dei progetti LIFE ANTIDOTO e PLUTO si è incentrata sull'impiego dei Nuclei Cinofili Antiveleno, uno strumento insostituibile nella lotta all'uso dei bocconi avvelenati che è stato attivato per la prima volta in Italia proprio nel Parco grazie al progetto LIFE ANTIDOTO e che è stato esportato dal Comando Carabinieri per la tutela della Biodiversità e dei Parchi in buona parte della Penisola con la formazione di altri 6 Nuclei Cinofili Antiveleno grazie al progetto LIFE PLUTO.
Al team ungherese è stata anche illustrata nel dettaglio la seconda azione di punta del progetto LIFE PLUTO relativa alla creazione di una stazione di alimentazione per rapaci da parte del Parco, che viene gestita con il coinvolgimento degli allevatori locali, in un'ottica perfettamente integrata con le strategie dei progetti EX-TRA e Praterie.
Il LIFE Nature team ungherese ha potuto anche assistere ad una dimostrazione dell'attività di ricerca di bocconi avvelenati svolta dai Nuclei Cinofili Antiveleno dei progetti LIFE ANTIDOTO e PLUTO e conoscere dettagli sulle tecniche di ricerca e sull'addestramento dei cani grazie alle spiegazioni fornite dai tre conduttori presenti ed accompagnati da un totale di 5 cani (l'NCA del Reparto Carabinieri del Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga e l'NCA del Reparto Carabinieri del Parco Nazionale dei Monti Sibillini).

  • Immagine 1
  • Gruppo LIFE in visita alle aree di progetto
  • Immagine 2
  • Presentazione dell'incontro
  • Immagine 3
  • Presentazione dei progetti LIFE al team ungherese
  • Immagine 4
  • Visita alle aree di progetto
  • Immagine 5
  • Vida segnala un boccone avvelenato durante un'ispezione simulata
logo carabinieri
LIFE13 NAT/IT/000311 PLUTO
Copyright © 2018 - Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
P. IVA 01439320662 - Tutti i diritti riservati
Il sito è realizzato con il contributo dello strumento finanziario LIFE della Comunità Europea